Come installare Windows 10

Il modo migliore per aggiornare, reinstallare o configurare un nuovo PC con Windows 10 consiste nell'usare un'installazione pulita e in questa guida ti aiuteremo a eseguire questa attività in ogni fase del processo.

Su Windows 10, un'installazione pulita è l'opzione migliore per cancellare il disco rigido per iniziare da zero quando il dispositivo ha problemi. Ad esempio, l'uso di questo approccio può aiutare a risolvere i problemi di prestazioni, avvio, arresto, memoria e app. Inoltre, è un metodo efficace per eliminare i virus e praticamente qualsiasi tipo di malware, e può anche aiutare a migliorare la durata della batteria su computer portatili e tablet.

Se si utilizza la stessa configurazione per un lungo periodo di tempo, è anche possibile utilizzare un'installazione pulita per eseguire l'aggiornamento alla versione più recente o versione precedente (ad esempio Windows 8.1 e Windows 7) per ridurre al minimo i rischi di problemi durante e dopo il processo di aggiornamento , in genere come risultato di driver o applicazioni incompatibili.

E 'anche l'opzione che si dovrebbe utilizzare per iniziare da zero con una copia di Windows 10 su una sostituzione del disco rigido, un nuovo dispositivo che è venuto caricato con bloatware, o ripulire un computer che si sta preparando a giveaway.

In questa guida di Windows 10, ti guideremo attraverso l'intero processo eseguirla in modo pulito, sia che tu stia eseguendo un'installazione pulita, sia che tu stia eseguendo l'aggiornamento all'aggiornamento di Windows 10 novembre 2019 o facendo il salto a Windows 8.1 o Windows 7.

Come preparare il dispositivo per l'installazione pulita di Windows 10
Come creare supporti di avvio USB per pulire l'installazione di Windows 10
Come eseguire l'installazione pulita di Windows 10
Come completare l'installazione dopo l'installazione pulita di Windows 10

Come preparare il dispositivo per l'installazione pulita di Windows 10
Se hai intenzione di installare una copia pulita di Windows 10, ti consigliamo di eseguire alcune attività prima del processo per ridurre al minimo le possibilità di problemi e prevenire la perdita di dati.

Backup dei file
Il processo di installazione pulita cancella tutto sull'unità principale, come tale prima di procedere si consiglia di creare un backup dei file, nonché un backup completo temporaneo dell'intero sistema (quando possibile).

Caricare file in OneDrive
È possibile creare un backup di documenti, immagini e altri file in molti modi. Tuttavia, il modo più semplice consiste nello spostare i dati nella cartella OneDrive o nel servizio di archiviazione cloud in uso.

In alternativa, è possibile utilizzare l'opzione di backup in OneDrive per caricare automaticamente le cartelle del profilo, inclusi Documenti, Immagini e Desktop attenendosi alla seguente procedura:

Fare clic sull'icona del cloud OneDrive sulla barra delle applicazioni.
Fare clic sul menu Altro.
Fare clic sull'opzione Impostazioni.
Fare clic sulla scheda Backup.
Fare clic sul pulsante Gestisci backup.
selezionare le cartelle di cui si desidera eseguire il backup nel cloud.
Fare clic sul pulsante Avvia backup
Una volta completati i passaggi, i file in tali posizioni verranno caricati nel tuo account online.

Copiare i file su un'unità esterna
Se si dispone di una grande quantità di dati, forse l'opzione migliore sarebbe fare una copia dei file su un disco rigido esterno.

Per creare manualmente un backup di file, collegare un'unità esterna e quindi attenersi alla seguente procedura:

Aprire Esplora file.
Digitare il percorso seguente nella barra degli indirizzi e premere INVIO:

%PERCORSOHOME%
Fare clic sul pulsante Seleziona tutto nella scheda "Home".
Fare clic sul pulsante Copia in nella scheda "Home".
Selezionare l'opzione Scegli posizione.
Selezionare la posizione di destinazione
Fare clic sul pulsante Copia.
Dopo aver completato la procedura, potrebbe essere necessario ripetere le istruzioni per eseguire il backup dei file per gli account rimanenti (se applicabile).

Oltre a creare una copia dei file, è consigliabile creare un elenco delle app di installazione e dei relativi codici Product Key (se applicabile) per conoscere le app necessarie per reinstallare dopo l'installazione.

Se non stai già salvando le password e i segnalibri con un servizio online, è ora che è il momento di esportare le credenziali e i link del browser.

Nel caso in cui non si dispone di un disco rigido esterno senza spazio sufficiente per eseguire il backup dei file, si consiglia il Desktop di Western Digital My Book a causa della sua portabilità, capacità e prezzo.

Requisiti minimi di Windows 10
Se stai già eseguendo una delle versioni di Windows 10, è probabile che il rilascio che intendi installare sia compatibile con la configurazione hardware. Tuttavia, se stai per aggiornare un computer meno recente che esegue Windows 7 o Windows 8.1, vuoi assicurarti che il dispositivo soddisfi i requisiti hardware minimi.

Questi sono i requisiti minimi per installare l'aggiornamento di Windows 10 novembre 2019 e versioni successive:

Processore: 1 GHz o sistema su chip (SoC)
Memoria: 1 GB per 32 bit o 2 GB per 64 bit
Memoria: 32 GB per 64 bit o 32 bit
Scheda grafica: DirectX 9 o versione successiva con driver WDDM 1.0
Schermo: 800x600
Puoi usare queste istruzioni per apprendere i passaggi per controllare le specifiche tecniche del dispositivo per assicurarti di poter installare Windows 10.

Conferma dell'attivazione di Windows 10
Una volta attivato correttamente Windows 10, non è necessario immettere nuovamente il codice Product Key. Dopo l'installazione, il dispositivo si attiverà automaticamente non appena si connette a Internet.

Prima di procedere con il processo di installazione pulita, è necessario verificare che il dispositivo sia attivato attenendosi alla seguente procedura:

Apri Impostazioni.
Fare clic su Aggiornamento e sicurezza.
Fare clic su Attivazione.
Nella sezione "Windows" verificare che il computer sia attivato.
Dopo aver completato la procedura, se la configurazione corrente è attivata, Windows 10 dovrebbe riattivarsi automaticamente dopo l'installazione.

Ottenere il codice Product Key di Windows 10
Se stai per installare Windows 10 in un nuovo computer o stai tentando di aggiornare Windows 8.1 o Windows 7, dovrai acquistare una licenza valida da Microsoft Store, Amazon o un altro rivenditore.

Modifica dell'ordine di avvio in USB
Per iniziare con l'installazione, è necessario avviare il dispositivo con un usb avviabile che contiene i file per eseguire un'installazione pulita di Windows 10, ma questo è possibile solo se il Basic Input/Output System (BIOS) o Unified Extensible Firmware Interface (UEFI) sulla scheda madre è configurato per l'avvio da USB.

Aggiornare l'ordine di avvio utilizzando il BIOS
Se il dispositivo utilizza il firmware del BIOS legacy, è possibile modificare l'ordine di avvio attenendosi alla seguente procedura:

Avviare il dispositivo.
Non appena il computer si avvia, premere uno dei tasti funzione (F1, F2, F3, F10 o F12), ESC o CANC.

Suggerimento rapido: la procedura per accedere al BIOS varia in base al produttore e persino al modello di computer. Di conseguenza, potrebbe essere necessario controllare il sito Web di supporto del produttore per ulteriori passaggi specifici.

All'interno del BIOS, individuare le impostazioni di avvio.
Impostare l'ordine di avvio per l'avvio dal supporto USB con i file di installazione di Windows 10

ave le modifiche.
Una volta completati i passaggi, il computer dovrebbe essere in grado di avviarsi dal supporto di avvio USB.

Aggiornare l'ordine di avvio utilizzando UEFIUpdate boot order using UEFI
Se hai a che fare con un firmware UEFI, puoi utilizzare gli stessi passaggi di quelli per accedere al firmware del BIOS oppure puoi eseguire la stessa attività più facilmente dall'interno del desktop di Windows 10 o Windows 8.1.

Accedere a UEFI su Windows 10
In Windows 10, per accedere all'ambiente UEFI per regolare le impostazioni del dispositivo per l'avvio da USB, attenersi alla seguente procedura:

Apri Impostazioni.
Fare clic su Aggiornamento e sicurezza.
Fare clic su Recupero.
Sotto la sezione "Avvio avanzato" fare clic sul pulsante Riavvia ora.
Fare clic sul pulsante Risoluzione dei problemi.
Fare clic su Opzioni avanzate.
Fare clic sull'opzione Impostazioni firmware UEFI.
Fare clic sul pulsante Riavvia.
All'interno dell'ambiente firmware, aprire le impostazioni di avvio.
Impostare l'ordine di avvio per l'avvio dal supporto USB con i file di installazione di Windows 10.
Salvare le modifiche.
Dopo aver completato i passaggi, il dispositivo dovrebbe essere in grado di avviarsi da un'unità flash USB.

Accedere a UEFI su Windows 8.1
In Windows 8.1, per accedere all'ambiente UEFI per configurare il computer per l'avvio da USB, attenersi alla seguente procedura:

Apri Impostazioni.
Fare clic su Aggiornamento e ripristino.
Fare clic su Recupero.
Sotto la sezione "Avvio avanzato" fare clic sul pulsante Riavvia ora.
Fare clic sull'opzione Risoluzione dei problemi.
Fare clic su Opzioni avanzate.
Fare clic sull'opzione Impostazioni firmware UEFI.

Related Posts